in

MORTO ERNESTO PAOLOZZI: NAPOLI PIANGE IL FILOSOFO CROCIANO

Si è spento all’età di 67 anni a Napoli

Sconcerto a Napoli per la scomparsa improvvisa del caro prof. Ernesto Paolozzi.

Scrittore, accademico ed anche consigliere comunale a Napoli. Una vita dedicata alla filosofia, in particolare allo studio della vita e del pensiero di Benedetto Croce. Ma anche un divulgatore e conferenziere. Molti dei suoi scritti sono stati dedicati al liberalismo.

L’ho conosciuto perché è stato il maestro del mio amico fraterno Giovanni Tagliaferri.
Era un uomo antidogmatico, e come ha sottolineato Titta Marrone in un lungo speciale a lui dedicato il 10 aprile sul Mattino, e’ stato negli anni del pensiero marxista dominante un vero ed autentico liberale.

Ebbe a dire: “Non esistono principi assoluti, tranne il principio di libertà che, per sua natura, non ammette assoluti”

Era sempre disponibile, gentile e generoso.
Amava stare con i giovani, parlare di Croce ma anche del suo amato Napoli.

Ci ha educati ed introdotti al “pensiero della complessità”, che ha destrutturato e poi modellato il pensiero mio e di Giovanni, che ebbe anche l’onore con lui di conoscere ed intervistare Edgar Morin, tra i più grandi filosofi e sociologi viventi.

Un maestro, una guida, un uomo di incredibile, vasta e profonda cultura. Il più grande tra gli studiosi “crociani” dell’ultimo quarto di secolo.

Mancherà a tutti noi.
Come ha sottolineato Giovanni Tagliaferri, divenuto poi suo assistente universitario al Suor Orsola Benincasa, Paolozzi si è distinto per aver trasmesso non solo insegnamenti ma anche umanità.

Napoli, in questo anno così drammatico per tutti, piange uno dei suoi figli più colti ….

Cosa ne pensi di questo articolo?

108 points
Upvote Downvote
Alessandro Iovino

Scritto da Alessandro Iovino

Insegnate Adriano Olivetti nelle scuole

“Nel mezzo della mia adorazione” il nuovo lavoro di Valeria Gaglio