in

ALBANIA VERSO IL VOTO. IN CAMPO UNA NOVITÀ ASSOLUTA GUIDATA DA ARIAN GALDINI

In esclusiva per Real Inside il leader Arian Galdini

L’Albania tra poco più di un mese, andrà al voto. Lo aveva annunciato il presidente della repubblica Ilir Meta lo scorso 20 settembre.
Gli albanesi saranno chiamati alle urne per il rinnovo del Parlamento. In Albania c’è una sola camera legislativa, composta da 140 deputati.

Le ultime elezioni parlamentari, nel 2017, videro il trionfo del partito socialista del primo ministro Edi Rama, che con 74 seggi (764.750 voti totali, 48,34%) si assicurò la maggioranza parlamentare.

In questa tornata elettorale, c’è una novità assoluta: LRE Movement.
Avevamo già intervistato il leader Arian Galdini nel febbraio del 2020, prima dello scoppio della pandemia. Ed in questo anno sono cambiate molte cose: quello che sembrava un progetto ambizioso e utopico, si è trasformato in realtà.

E’ la prima volta in 108 anni di Storia (dall’indipendenza dell’Impero ottomano) che un partito si presenta alle elezioni non con le firme dei parlamentari ma dei cittadini. Infatti, come ci informa lo stesso Galdini, ben 6.400 cittadini albanesi hanno firmato per la presentazione di LRE Movement alle elezioni politiche. Avranno il numero 8 nella scheda elettorale.

La gente vuole il cambiamento, quello vero.
Dopo il comunismo ed il post-comunismo (era nella quale hanno dominato alcune oligarchie) questo movimento ha intercettato la voglia di cambiamento che dilaga nel paese.
E’ partito dal basso questo movimento, con la rete, senza fondi, senza finanziamenti, ma solo con il lavoro di tanti militanti.

“I tre partiti presenti nell’attuale Parlamento hanno fatto di tutto per silenziarci. Non ci danno spazio nei media. Abbiamo intrapreso una lunga battaglia, ma siamo certi che gli albanesi ci daranno fiducia: ora bisogna intraprendere una svolta. Cresciamo sempre di più nelle interazioni social e questo ultimo mese sarà decisivo”.

Sono ben 181 i candidati di LRE Movement. Questo movimento ha anche saputo raccogliere molti albanesi della diaspora: coloro che hanno fatto successo all’estero ma che rientrano in patria per tentare la scalata al Parlamento ed attuare quella modernizzazione del paese. Infatti nonostante i tanti passi in avanti, e’ necessario rafforzare il processo di piena democraticizzazione del paese e delle istituzioni. Tra i candidati, più della metà sono laureati e rappresentano il meglio della società civile albanese.
Si tratta di uomini e donne che hanno studiato all’estero e che si sono formati in Occidente, e che ora vogliono mettersi a disposizione del
Paese e delle istituzioni albanesi per rafforzare il ruolo dell’Albania in Europa e nel mondo.

L’obiettivo di Arian Galdini e’ di poter arrivare in Parlamento ed affermarsi come vera novità in questa tornata elettorale.
Galdini si è dimostrato un leader visionario e caparbio. Ora tocca al popolo albanese.

Appuntamento al 25 aprile: comunque andrà, sarà una tornata elettorale storica per l’Albania.

Cosa ne pensi di questo articolo?

121 points
Upvote Downvote

LO SCRITTORE NIKY MARCELLI TORNA CON LA TERZA SAGA DELLA CONTESSA ROSSA

ECCELLENZE ITALIANE: G. FAMIGLIETTI NOMINATO CONSOLE GENERALE DI BULGARIA