in ,

Intervista ad Alessandro e Marco Florio

Vi raccontiamo questa storia…

Alessandro e Marco Florio sono due fratelli che scrivono insieme un libro, già dalle prime ore di lancio su Amazon diventa SOLD OUT! 

Come è arrivata l’idea di scrivere LA TRAPPOLA DEL PILOTA AUTOMATICO?

Questo libro è il racconto di un viaggio cominciato nel 2013. È da qui che abbiamo iniziato a muovere i nostri primi passi nel mondo del pulito professione. Un lavoro, le pulizie, che avevamo sempre odiato, schivato e che certamente mai avremmo immaginato di dover fare. È da qui da questo insolito punto di vista, quello di chi pulisce, che nasce l’idea di scrivere questo libro, un libro che non è un manuale per imparare un mestiere e neppure una guida per farselo piacere, ma il racconto di quel viaggio che ci ha permesso di liberarci dalla trappola del pilota automatico, fare pace con questo strano e imprevisto lavoro e infine comprendere quanto ingenui siamo stati a pensare che potevamo disinteressarci del pulito senza subirne alcuna conseguenza.

Un libro che come ci ha raccontato ALESSANDRO racconta di pulizia e igiene. Un tema molto delicato in questo momento storico così particolare… Cosa ci dite di ecologia e della sostenibilità ambientale?

La sfida della sostenibilità ambientale, di cui parliamo nel libro, nei prossimi anni sarà il principale fattore di crescita anche nel settore delle pulizie sia in ambito domestico che industriale. Ad esempio, ancora oggi si fa ampio uso di prodotti chimici “tradizionali” o si adottano soluzioni che poco o nulla hanno di sostenibile. E questo purtroppo, senza che ce ne rendiamo conto, avviene ogni giorno anche in molte delle nostre case.  Insomma se il nostro obiettivo è pulire casa o l’ufficio non possiamo certo farlo disinteressandoci delle conseguenze che le nostre scelte in tema di pulizia e igiene hanno sull’ambiente.

Avete anche creato un progetto importante, iDROwash è stato premiato all’Expo di Milano e alla Camera dei Deputati. Quando è arrivata l’illuminazione di fare della pulizia e del recupero anche di immobili, un vostro stile di vita?

La nostra storia inizia nel 2013 quando creiamo iDROwash che non è solo il nome della nostra impresa di pulizie ma anche della tecnologia che abbiamo brevettato. Una soluzione che si applica agli idrolavaggi e che permette di ridurre l’uso dei prodotti chimici. La nostra principale attività consiste proprio nel prenderci cura degli edifici e delle città curandone l’estetica, pulendo e rinnovando le facciate e i cortili esterni di capannoni, condomini, alberghi e molto altro ancora. L’illuminazione è venuta osservando le nostre città. Ci siamo resi conto come l’edilizia era, ed è tutt’ora, troppo incentrata sulla costruzione di nuovi insediamenti urbani, o l’ampliamento di quelli già esistenti. A nostro avviso, invece, viene data ancora poca attenzione alla manutenzione e riqualificazione degli edifici esistenti. Prendersi cura degli edifici già costruiti non va visto come un costo, ma un investimento: mantenerli efficienti, sicuri e belli ne preserva il valore economico ed estetico nel tempo. Questo genera posti di lavoro e ricchezza. È un po’ come avviene per le automobili: la periodica revisione non è solo un costo, crea occupazione, oltre ad essere un investimento in sicurezza e prevenzione da guasti meccanici o incidenti stradali, il cui prezzo economico e sociale è molto più elevato. Insomma, perché rottamare una macchina ancora perfettamente funzionante? Ecco, il nostro stile di vita poggia proprio su queste considerazioni.

Cosa ci suggerite in questo momento così delicato in cui un virus potente riesce a rimanere sulla superficie di un oggetto per qualche ora? Suggerimenti da applicare anche in casa?

L’emergenza coronavirus è solo l’ultimo e più drammatico esempio di cosa possa accadere se ci si disinteressa del pulito e dell’igiene. Tuttavia, la cronaca degli ultimi mesi, costituisce solo la punta di un problema molto più grande e complesso, di cui, quella quotidiana pratica chiamata pulizie è quasi sempre la più efficace e spesso anche la più economica soluzione. È quindi indispensabile non abbassare la guardia ricordando le indicazioni che gli esperti ci raccomandano ormai da mesi, tra queste l’igiene delle mani e degli ambienti in cui viviamo, lavoriamo ma anche dove semplicemente si trascorre il nostro tempo libero. Ma tutto questo potrebbe non bastare, è infatti indispensabile che ognuno di noi faccia la sua parte iniziando proprio con l’interessarsi al tema del pulito e dell’igiene. E un modo per cominciare a farlo è questo libro che vi suggeriamo di tenere in casa. Augurandovi una buona lettura, approfittiamo per ricordarvi che il nostro libro è disponibile in tutte le librerie e sulle principali piattaforme online, tra queste Amazon su cui è disponibile la versione ebook / kindle. 

Cosa ne pensi di questo articolo?

113 points
Upvote Downvote

Il Mes, la legge di bilancio e il punto di Confindustria

LUTTO NELLE CHIESE ADI PER LA SCOMPARSA DI ENZA D’AQUINO DI IORIO