in

Rilanciare non è il verbo corretto

In una giornata brutta a causa dei tragici eventi di Nizza (siamo vicini ai nostri fratelli francesi di fronte all’ennesima prova), i mercati hanno performato “meglio” rispetto ai giorni precedenti, in modo particolare negli Stati Uniti       dopo la diffusione del positivo dato sul PIL al terzo trimestre: +33,1% (rispetto al secondo trimestre) contro una stima che lo dava al 32%. Il dipartimento del Commercio ha segnalato che in questo modo sono stati cancellati circa due terzi delle perdite del trimestre precedente.

Un’altra notizia positiva negli USA ha riguardato le richieste di sussidi di disoccupazione nella settimana terminata il 24 ottobre: -40.000 unita’, il miglior dato registrato dall’inizio della crisi, a marzo (stime 778.000).

I contagi non si arrestano, anzi. Corrono veloci ponendo le basi per una sempre maggiore incertezza a fronte di questi buoni numeri che stiamo registrando a livello macroeconomico e che forse potrebbero aiutare nel ricostruire gli scenari e contestualizzare il momento.

Il decreto Ristori, in Italia, fa passare il deficit 2020 dal 10,5% al 10,7% del Pil.

Le coperture del decreto provengono, in larga parte, dai risparmi sulle misure messe in campo durante l’emergenza. In particolare, ci riferiamo ai diversi crediti di imposta, ai canoni di locazione degli immobili non residenziali, all’acquisto di veicoli a bassa emissione, il bonus per i lavoratori presenti in azienda nel mese di marzo e le misure di integrazione salariale.

Bene così.

Resta il tema del blocco licenziamenti. Landini minaccia sciopero nazionale e Bonomi segnala che non tutto è possibile: blocco licenziamenti, contributi da parte delle imprese alla cig ordinaria e covid. Bisogna pensare al rilancio del Paese, dice Bonomi. Già, il rilancio. Su Treccani se si cerca il verbo rilanciare si trova: lanciare di nuovo. Tralasciando qualche breve parentesi degli ultimi anni, non credete che quel “di nuovo” stoni un po’? Senza flash, una buona giornata e buon caffè!

Cosa ne pensi di questo articolo?

113 points
Upvote Downvote
Vincenzo Lettieri

Scritto da Vincenzo Lettieri

Avere o non avere: il nuovo di libro di Claudio Brachino

“LA VERSIONE DI RAF” – Essere imprenditori ai tempi del Covid-19