in ,

Dadidosa, il conte e il rally

Dadidosa è curiosa, vuol sapere. Quando però viene accontentata resta incredula.

La stessa sensazione che avrà provato il Conte quando ha saputo che la scintilla in poco tempo è diventata fuoco e ha riscaldato la vita. La cosa più bella che ci sia nonostante faccia soffrire, nonostante ti porti a guardare avanti e poco indietro. Già, perché a volte le tracce sulla sabbia, prima che l’acqua del mare le cancelli, ti dicono cosa hai fatto e dunque cosa e chi sei adesso.

Ieri i mercati sono stati puro rally con il tech e le banche.

Negli States l’indice manifatturiero relativo all’area di Dallas (Texas) e’ salito a settembre rispetto ad agosto, quando era tornato in territorio positivo. Stando ai calcoli della Federal Reserve di Dallas, l’indice dell’attivita’ manifatturiera, misura chiave delle condizioni del settore nello Stato statunitense, e’ salito da 8 a 13,6 punti; da marzo a luglio l’indice era stato sempre in negativo a causa del crollo provocato dalla pandemia di coronavirus. L’indice che riguarda la produzione e’ salito da 13,1 a 22,3 punti.

In Europa, Lagarde ha ribadito che la forza della risposta monetaria alla crisi dipende in parte dalla capacita’ della banca centrale di agire ‘in piena indipendenza’. Quanto alla trasparenza della Bce, ha annunciato che d’ora in poi pubblichera’ le opinioni del comitato etico della banca centrale per i casi di conflitto di interesse e di incarico retribuito di membri del comitato esecutivo Bce, del consiglio dei governatori e del board di supervisione bancaria dopo la scadenza del mandato. Un tema cui gli europarlamentari sono molto sensibili.

In Italia tiene banco la questione del mancato rinnovo di Quota 100.

Il Segretario Generale dell’UGL, Paolo Capone, ha detto: “È inaccettabile la scelta del Governo di non rinnovare una misura che ha consentito a 300 mila lavoratori di andare in pensione, favorendo il ricambio generazionale e l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro”, ricordando che “prima della pandemia Covid-19, tra febbraio 2019 e febbraio 2020, si è ridotta la percentuale di disoccupazione di oltre 1 punto e si è abbassata di 4 punti la disoccupazione giovanile”.

Credo, personalmente, che andrebbe chiarito il principio di Quota 100 e lo sforzo richiesto in considerazione del contesto in cui viviamo.

Ad esempio, il Ministro del Sud, Provenzano, ha detto che “Se la crisi ha colpito in termini di impatto maggiormente le aree piu’ produttive, sul piano sociale invece le ricadute rischiano di essere maggiori nelle aree meno sviluppate e in particolare nel Mezzogiorno, soprattutto in termini di perdita di occupazione. In una situazione in cui le ferite delle crisi precedenti non erano ancora state rimarginate”.

Un unico flash stamattina:

  • Tassi soglia per l’usura in lieve risalita nel quarto trimestre del 2020, secondo quanto emerge dalla rilevazione della Banca d’Italia.

Buona giornata e buon caffè!

Cosa ne pensi di questo articolo?

110 points
Upvote Downvote
Vincenzo Lettieri

Scritto da Vincenzo Lettieri

One Prayer Global. Unire il mondo in preghiera per 24 ore. Il 7-8 ottobre.

Coraggio, visione, e recupero di chi è rimasto indietro. Non ci serve altro.