in

Le bullshit di Johnson e la bici di mio padre che si prepara alla Borsa

“Anche noi italiani amiamo la libertà, ma abbiamo a cuore anche la serietà”.

Cominciamo questa nuova giornata con un applauso simbolico al Presidente Mattarella che magistralmente risponde a chi proprio non è in grado di mettere giudizio e smetterla di dire le solite bullshit. Non se ne può più caro Primo Ministro Johnson: stia sereno e prenda esempio da noi se non ha idee per gestire una situazione così delicata.

L’Asia ieri ha chiuso negativamente sulla scorta di quanto avvenuto l’altro giorno negli States e non solo. L’Europa, pur con il rosso, è rimasta quasi stabile. Gli Stati Uniti uguale ma sul verde.

In Germania, secondo Ifo, sono significativamente meno le societa’ che valutano la loro attuale situazione aziendale difficile. Piu’ aziende industriali si aspettano che la situazione migliorera’ ulteriormente nel prossimo futuro. Le industrie elettriche ed elettroniche in particolare sono ottimiste. Nel settore dei servizi, invece, l’indice e’ sceso dopo essere salito quattro volte di seguito. Cio’ e’ dovuto ad aspettative meno ottimiste. Nel commercio, il clima imprenditoriale e’ notevolmente migliorato come nell’edilizia.

Udite udite signore e signori, ieri anche i vescovi italiani si sono scagliati contro la burocrazia definendola come “un cancro” che frena pesantemente “progetti e attivita’ imprenditoriali”.

Negli USA aumentano a sorpresa le richieste di sussidi alla disoccupazione. Nella settimana al 19 settembre, i “claims” sono risultati pari a 870.000 unità, in aumento di 4mila rispetto al dato della settimana precedente di 866 (860.000 unità la prima lettura). Il dato è peggiore delle attese che erano per un livello di 840 mila.

Prima di lasciarvi ai flash riporto quanto segnalato ieri dall’FMI che ha detto, in pratica, che l’outlook per l’economia mondiale e’ meno catastrofico rispetto a giugno. I recenti dati economici della Cina e di altre economie avanzate mostrano che le prospettive “possono essere un po’ meno disastrose” rispetto alle stime del 24 giugno.

Flash:

  • Scripps, societa’ che possiede giornali e tv locali negli Stati Uniti, ha raggiunto un accordo per l’acquisizione del broadcaster Ion Media per 2,65 miliardi di dollari, grazie anche al sostegno dato da Berkshire Hathaway di Warren Buffett.
  • Il family office svizzero-canadese Pamoja Capital e’ entrato con il 38,9% in Wilier, storica azienda veneta di biciclette
  • EXOR ha annunciato che intende riavviare e completare il programma di buyback annunciato il 14 novembre 2018.

Buona giornata e buon caffè!

Cosa ne pensi di questo articolo?

112 points
Upvote Downvote
Vincenzo Lettieri

Scritto da Vincenzo Lettieri

Viva il presente che modella il futuro!

Intervista a Lapo Elkann