in ,

L’incertezza e il covid

Dopo la peggiore settimana da marzo, per le principali borse mondiali torna il sereno in attesa del risultato che le elezioni statunitensi consegneranno al mondo intero.            

Continuano a preoccupare i contagi da coronavirus che si registrano un po’ ovunque. L’Europa sta facendo i conti con la seconda ondata e i tentativi dei governi sono volti a ridimensionare con forza quasi tutte le attività economiche e sociali.

Nel nostro Paese si protraggono riunioni, call, interviste, dichiarazioni. L’intenzione parrebbe essere quella di attendere ancora e dunque lasciare le cose a metà. Non sappiamo a cosa condurranno gli sforzi di questi giorni dato che si stanno ancora “prendendo le misure” sulla base dei sondaggi che di volta in volta vengono commissionati. Un elemento in tutto questo è certo: l’incertezza. Rimandare le decisioni e far trapelare informazioni comporta per famiglie e imprese ansia e trepidazione con la conseguenza di bloccare le attività di ciascuno.

Nel frattempo, Conte: “E’ necessario un nuovo patto tra pubblico e privato, nonche’ una nuova strategia di organizzazione della presenza pubblica nel’economia che non ostacoli il mercato ma sappia intervenire e indirizzarlo in questo momento di particolare crisi”. “La crisi che stiamo vivendo e’ la terza nello spazio degli ultimi 15 anni e stavolta l’Italia, l’Europa l’Occidente hanno la possibilita’ di imprimere una vera svolta che, al contrario e’ mancata dopo i precedenti episodi di crisi. L’Europa ha saputo cogliere questa sfida, in particolare attraverso il programma Next Generation Eu e attraverso varie altre iniziative, cui l’Italia ha fornito un contributo determinante”.

Resta l’esempio Merkel.

“Dobbiamo essere coscienti del fatto che ci troviamo in una pandemia, e che si tratta di un evento particolare. Si può probabilmente dire che si tratta di un evento che avviene una volta ogni secolo”. Che ci siano dei risultati “non dipende solo dalle regole, ma anche dal fatto che queste verranno rispettate”.

Così ha parlato ieri a Berlino, in conferenza stampa, rispondendo alle domande nel giorno in cui in Germania è scattato il semi-lockdown.

Buona giornata e buon caffè!

Cosa ne pensi di questo articolo?

104 points
Upvote Downvote
Vincenzo Lettieri

Scritto da Vincenzo Lettieri

Un grande successo per la sesta edizione del Premio AGOL con Costanzo e Mogol

I mercati puntano sul blu