in

Stellantis, la Cina e l’aumento dell’indice ZEW in Germania

Rispetto alla scorsa settimana parrebbe esser tornato il sereno sulle borse mondiali. Alle 16 del pomeriggio di martedì 15 settembre, l’Eurostoxx guadagna lo 0,56%, Milano lo 0,81%, Madrid l’1,21%, il Nasdaq l’1,53%, l’oro è praticamente stabile rispetto a lunedì mentre il greggio è in aumento dello 0,72%.

Splendida performance di FCA (+10,05%), e dunque anche di Exor (+5,54%), grazie alle buone notizie che sono giunte nel corso della mattinata sul potenziale straordinario della fusione con PSA.

“Tenuto conto delle conseguenze della crisi sanitaria, i termini dell’accordo di fusione tra Psa e Fca sono stati modificati al fine di rafforzare la liquidita’ di Stellantis e di mantenere gli equilibri iniziali. Il potenziale di questo nuovo gruppo viene ulteriormente rafforzato dall’aumento delle stime sulle sinergie (a oltre 5 miliardi di euro, rispetto ai 3,7 miliardi originariamente stimati). Siamo fiduciosi che vedremo la nascita di Stellantis a inizio 2021”. Lo ha dichiarato Robert Peugeot, presidente di Ffp, holding della famiglia azionista di Psa, commentando l’annuncio dei due gruppi automobilistici di modificare alcuni termini del Combination Agreement. Tale “aggiustamento”, si legge in una nota di Ffp, “permettera’ di preservare la forza finanziaria del nuovo gruppo Stellantis nell’attuale contesto economico provocato dalla crisi sanitaria”.

In Germania, l’indice ZEW, che sintetizza il sentiment delle imprese sulle condizioni economiche future è salito a 77,4 punti dai 71,5 precedenti. Il dato è superiore alle aspettative, che indicavano un calo a 69,8 punti.

“Gli esperti continuano ad aspettarsi una notevole ripresa dell’economia tedesca. Il blocco dei colloqui sulla Brexit e l’aumento dei casi di COVID-19 non hanno potuto spegnere l’umore positivo. Tuttavia, le prospettive ancora negative per il settore bancario rivelano i timori di un numero crescente di insolvenze sui prestiti nei prossimi sei mesi”, avverte il presidente dello ZEW, Achim Wambach.

In Gran Bretagna, sale il tasso di disoccupazione a luglio al 4,1% rispetto al 3,9% rilevato in precedenza. Sono stati registrati 60mila nuovi disoccupati.

Negli USA, come prevedibile, la produzione industriale si è fermata ad agosto. Il dato ha registrato un incremento dello 0,4% dopo il +3,5% rivisto del mese precedente (+3% la prima stima). Il dato è in linea con le attese degli analisti. Su base annua si registra ancora una flessione del 7,7%.

Un po’ di info sulla Cina adesso.

La Banca centrale cinese ha iniettato nel sistema 600 milioni di yuan tramite strumenti di prestiti a medio termine ed ha lasciato invariato al 2,95% il tasso Mlf ad un anno.

Il tasso disoccupazione in agosto è stato pari al 5,6%, in calo rispetto al precedente 5,7%. Le vendite al dettaglio, sempre in agosto, su base annuale (YoY)  sono incrementate dello 0,5%, in aumento rispetto al precedente -1,1% (la previsione era +0,1%). La produzione industriale (agosto) su base annuale (YoY) ha fatto registrare un +5,6%, in aumento rispetto al precedente +4,8% (la previsione era +5,1%).

Un po’ di flash:

  • Cdp Venture Capital sgr ha siglato l’accordo con Hevolus Srl, azienda pugliese leader in tecnologie disruptive e customer experience innovative, per un aumento di capitale di 4 milioni di euro.
  • Aeroporti di Puglia tra i 200 migliori datori di lavoro per donne in Italia.

Buona giornata e buon caffè!

Cosa ne pensi di questo articolo?

113 points
Upvote Downvote
Vincenzo Lettieri

Scritto da Vincenzo Lettieri

BEIRUT, ESPLOSIONE PORTO: “Convocate eccellenze italiane per la stima dei danni”

Gli aerei sono in difficoltà e per il nostro Paese ci sarà tanto lavoro da fare