in

Macron, i biglietti e la Fed

Spesso ci siamo ritrovati senza niente tra le mani se non le lacrime quando in mezzo ci finivano gli occhi. Tante volte il futuro, e mai come in questo momento, ci sembra così scuro da vacillare di fronte a molte cose. Sempre abbiamo avuto una certezza: Diego Armando Maradona ha fatto parte, fa parte e farà parte della storia di Napoli. Sei stato uno dei pochi che ha dato e onorato. Sei nostro padre, nostro fratello, nostro figlio. Sei Napoli e sei tutti noi. Ciao Diego, non ti dimenticheremo mai. Mai!

Dai verbali della Fed si legge che dalla pandemia sono riportati “rischi considerevoli per la ripresa nel medio periodo”. Facciamo riferimento all’incontro del 4-5 novembre del Fomc, il braccio di politica monetaria della Federal Reserve. I componenti del Fomc, durante la riunione, hanno espresso preoccupazione per il passo della ripresa, con la crescita ancora molto lontana dal passo tenuto prima dell’inizio della pandemia. Il presidente della Fed, Jerome Powell, ha comunque rassicurato sul fatto che la Banca centrale ha ancora “molte munizioni” per affrontare la crisi.

Inoltre, è stata discussa la possibilita’ di modificare il programma di acquisto di asset da parte della Fed che sta acquistando 120 miliardi di dollari in titoli di Stato e titoli garantiti da mutui ipotecari al mese; la Banca centrale potrebbe aumentare gli acquisti o allungare la durata dei bond per aiutare la ripresa.

In Francia, dopo l’annuncio dell’altra sera di Macron, è corsa ai biglietti visto che è stata concessa la possibilità di viaggiare da una regione all’altra. Secondo fonti delle ferrovie SNCF, infatti, nel minuto successivo all’annuncio le vendite di biglietti hanno toccato un aumento del 400%. In forte aumento anche le prenotazioni di auto a noleggio mentre le compagnie aeree restano in attesa di miglioramenti per le prenotazioni di viaggi più lunghi.

Flash:

  • USA. Nella settimana al 21 nov, i “claims” sono risultati pari a 778k, una crescita di 30k  rispetto al dato della settimana precedente di 748k. Il dato è peggiore delle attese degli analisti, che avevano previsto 730mila richieste.
  • Moody’s: “Considerando che una disponibilita’ generalizzata dei vaccini al pubblico sara’ probabile solo attorno alla meta’ del 2021, ci attendiamo che il traffico passeggeri rimanga nel 2021 attorno al 55% inferiore ai livelli del 2019 dopo il crollo del 75% registrato nel 2020”.

Buona giornata e buon caffè!

Cosa ne pensi di questo articolo?

113 points
Upvote Downvote
Vincenzo Lettieri

Scritto da Vincenzo Lettieri

Svimez, Coldiretti e la fiducia di imprese e consumatori

Maserati, l’elettrico, Amazon e il volo Milano-Nanchino