in ,

Produzione industriale, industria 4.0 e il sentiment tedesco

Seppur in modo più contenuto, prosegue l’andamento positivo per i principali listini mondiali. L’Europa va bene ma negli States la situazione è leggermente differente. Dopo l’ottimismo dell’altro giorno, infatti, i mercati hanno ripreso a tenere in considerazione l’andamento dei casi di covid nel Paese e le operazioni di transizione da Trump a Biden che, come noto, non sono affatto semplici.

In Italia, dopo quattro mesi di crescita e il forte aumento registrato ad agosto, a settembre la produzione industriale è diminuita del 5,6% rispetto ad agosto e del 5,1% rispetto all’anno precedente. Le flessioni maggiori si registrano nelle industrie tessili, abbigliamento, pelli e accessori (-20,8%), nella fabbricazione di coke e prodotti petroliferi raffinati (-20,4%) e nella fabbricazione di macchinari e attrezzature (-11,9%).

In Germania peggiora più del previsto a novembre il sentiment delle imprese sulle condizioni economiche future. L’indice ZEW è calato a 39 punti dai 56,1 di ottobre. Il dato è inferiore alle attese degli analisti che stimavano una discesa più contenuta, ovvero fino a 41,7 punti. Covid, Brexit e presidenziali USA le cause.

Il Ministro dello Sviluppo Economico del nostro Paese ha riferito che “E’ nostra intenzione arrivare a una misura pluriennale gia’ in legge di bilancio, con un potenziamento forte di aliquote di detrazione da una parte e di massimali dall’altra”. Le misure, secondo il Ministro, “devono essere accompagnate da una forte capacita’ di comunicazione nel Paese perche’ ancora oggi ci sono troppo poche imprese che pur potendo accedere alla misura vi accedono”. “Il pacchetto di transizione 4.0 insieme al focus su competenze e formazione e’ centrale nella politica di sviluppo del Mise perche’, declinato con le trasformazioni dell’ultima legge di bilancio, e’ conosciuto dalle imprese, e’ automatico non e’ a rubinetto, quindi non finisce, non e’ un fondo ma e’ a libero accesso”. Inoltre, accanto a questo pacchetto, ha riferito ancora Patuanelli, “ci sono le misure a sportello” tra cui la nuova Sabatini e investimenti in settori come la cybersecurity.

Flash:

  • Il tasso di disoccupazione della Gran Bretagna è risalito a settembre al 4,8% dal 4,5% di agosto. Risulta in linea con il consensus.
  • Francia, Produzione industriale in settembre su base mensile (MoM) +1,4%, in aumento rispetto al precedente +1,1% (la previsione era +0,8%).
  • “A rischio 4,8 milioni di posti di lavoro nell’aviazione se non ci saranno interventi finanziari da parte dei governi.”. Questo è quanto si legge in un comunicato congiunto a firma della International Air Transport Association (Iata) e dell’International Transport Workers’ Federation (Itf).
  • L’Italia è penultima nella classifica europea per l’assorbimento dei fondi strutturali Ue nel 2019: sono infatti poco più del 30% i fondi spesi rispetto a una media Ue pari al 40%. È quanto emerge dalla relazione annuale sull’esercizio finanziario della Corte dei conti europea.

Buona giornata e buon caffè!

Cosa ne pensi di questo articolo?

79 points
Upvote Downvote
Vincenzo Lettieri

Scritto da Vincenzo Lettieri

Pfizer manda ko i titoli “stay at home”

Se fronteggiare l’emergenza assorbe tutte le energie, siamo nei guai (Gentiloni)