in

Se fronteggiare l’emergenza assorbe tutte le energie, siamo nei guai (Gentiloni)

Paolo Gentiloni, in riferimento al Recovery Fund, ha detto che “per organizzare dal punto di vista istituzionale l’esecuzione di un piano così cospicuo, incoraggiamo procedure straordinarie. Naturalmente ogni Paese avrà le proprie soluzioni, ma se il varo di questi piani non si accompagna a qualche elemento straordinario di semplificazione dei processi decisionali, il rischio di un assorbimento insufficiente delle risorse è molto grave”. Ha ribadito che “Italia o Spagna hanno una storia di assorbimento dei fondi europei tutt’altro che perfetta”. Infatti, “per come è congegnato Next Generation EU, il mancato rispetto di tempi e obiettivi del piano rende difficile l’erogazione delle risorse”. “Abbiamo messo sul tavolo un bazooka, non va trasformato in un mezzo bazooka”. “Si può pensare a una corsia preferenziale che richiede qualche limatura dei processi decisionali a livello legislativo. E bisogna che i piani siano realistici: qui nessuno deve vincere un premio di futurismo, servono progetti coerenti e realizzabili”.

Inoltre, “Non avremo una crisi a V, non torneremo di slancio alla situazione di prima. Secondo le nostre previsioni, alla fine del 2022 non tutti i Paesi saranno ai livello pre-Covid e nessuno al livello che avrebbe avuto senza la pandemia, in termini di Prodotto interno lordo”.

Fondamentale questo passaggio: “Se fronteggiare l’emergenza assorbe tutte le energie, siamo nei guai. Sarebbe grave non impostare questa opportunità con lungimiranza e questo vale per Bruxelles tanto quanto per le capitali nazionali”.

Sul vaccino: “L’orizzonte dei vaccini per il 2021 è reale. Ma possiamo evitare una doppia recessione solo se le misure di confinamento inizieranno a produrre risultati sulla curva epidemica. E questo non è ancora evidente”.

Stamattina mi sembra opportuno riportare questi passaggi importanti di un intervento di Gentiloni.

Flash:

  • Il Ministro Patuanelli ha detto che “Per quanto riguarda la liquidita’, al momento ci sono 1.252.000 imprese che hanno avuto accesso, per un’erogazione di oltre 101 miliardi”.
  • illimity Bank ha chiuso i primi nove mesi con un utile netto pari a 24,3 milioni di euro rispetto ai -18,2 milioni del terzo trimestre 2019, esercizio in cui la banca era in fase di start up.
  • Il Natale ed il Capodanno senza brindisi costano 1,2 miliardi di euro, che sono stati spesi lo scorso anno dagli italiani, in casa e fuori, solo per imbandire con vini e spumanti le tradizionali maxi tavolate delle feste di fine anno che rischiano di sparire per l’emergenza coronavirus.
  • Eni aggiunge un nuovo tassello nel suo processo di transizione energetica. Insieme a HitecVision, investitore di punta nel settore del private equity, ha infatti annunciato la nascita di una nuova società, Vargronn, focalizzata su progetti di energia rinnovabile in Norvegia e nel mercato nordico.
  • Banca Ifis ha finalizzato con il Gruppo Intesa Sanpaolo un’operazione di acquisto di crediti deteriorati unsecured per complessivi 553 milioni di euro di valore nominale.

Buona giornata e buon caffè!

Cosa ne pensi di questo articolo?

75 points
Upvote Downvote
Vincenzo Lettieri

Scritto da Vincenzo Lettieri

Produzione industriale, industria 4.0 e il sentiment tedesco

Stefano D’Orazio – l’Artista a 360 gradi