in ,

Stati Uniti, Oro e Industria 4.0

L’ultima settimana di luglio comincia in modo non brillante per l’Europa e abbastanza positiva per gli Stati Uniti. L’oro prosegue la sua cora, il greggio è a 41 dollari al barile e il VIX USA è calato del 4,26%.

A Wall Street le cose sarebbero potute andare meglio probabilmente se non fosse stato per le preoccupazioni che in questo momento hanno i player per le divisioni interne al Congresso sul piano economico di soccorso alla crisi provocata dal Covid. Il 31 luglio scadranno i sussidi di disoccupazione per 31 milioni di lavoratori che subiranno l’impatto delle lotte politiche tra democratici e repubblicani. Il Covid sta cambiando anche l’approccio agli acquisti: le due grandi catene di Target e Walmart hanno annunciato che chiuderanno i battenti per Thanksgiving per impedire assembramenti favorevoli al virus. Ieri i casi registrati sono stati superiori ai 4,2 milioni.

Le tensioni tra Stati Uniti e Cina hanno convinto gli investitori a rifugiarsi nell’oro che ha raggiunto, come detto in apertura, quotazioni record. Le incertezze non affliggono le Big Tech che continuano a conseguire risultati positivi. Sul fronte economico, gli ordini di beni durevoli per giugno sono saliti del 7,3%.

In Italia, ieri il Ministro Patuanelli ha detto che “i soldi del Recovery Fund non saranno usati per interventi su Alitalia o Ilva” e che sarà il Parlamento a decidere “quale strumento scegliere per raffrontarsi con il Governo” ribadendo che nella determinazione delle linee di scelta degli investimenti l’Esecutivo deve avere “un ruolo forte”. Ampliando lo sguardo per incentivare la ripresa del Paese post pandemia Patuanelli punta sul binomio pubblico-privato. “Dobbiamo andare ad incidere su alcuni elementi di fragilità dei nostri sistemi produttivi: penso a innovazione, digitalizzazione delle imprese e a un rafforzamento di tutto il pacchetto 4.0. È fondamentale – ha evidenziato il Ministro – arrivare a una detassazione totale di ciò che viene reinvestito in azienda. Al di là delle risorse pubbliche, ci deve essere la capacità di mobilitare le risorse private delle aziende. Soltanto il binomio pubblico-privato può permetterci di risollevarci da questa grande crisi economica che stiamo affrontando e dovremo affrontare nel 2021”. Una strategia che vede, da un lato, il “rafforzamento del pacchetto 4.0” ampliando le aliquote del credito d’imposta, mentre – ha spiegato Patuanelli – impone dall’altro “un ragionamento sulla fiscalità degli utili reinvestiti in azienda”. Il modo migliore – secondo il Ministro – “per accompagnare la volontà e la voglia degli imprenditori di investire nelle loro aziende”.

Buona giornata e buon caffè!

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0

Commenti

0 commenti

Cosa ne pensi di questo articolo?

57 points
Upvote Downvote
Vincenzo Lettieri

Scritto da Vincenzo Lettieri

Grande partecipazione alla presentazione del nuovo libro di A. Iovino su Remo Cristallo

Fed, la nuova vita di Kodak ed Elisabetta Franchi