in ,

USA, Gentiloni, Napoli e il centro storico

Ieri è stata una giornata tristissima per il nostro Paese: 993 concittadini ci hanno salutato a causa del covid. Ormai sono davvero tanti, troppi e non solo in Italia. La crisi economica e la paura del futuro mordono ma guardiamo anche oltre, alle lacrime e alla solitudine: siano la nostra forza e determinazione.

Un po’ di silenzio in ciascuno di noi.

Cominciamo.

Negli USA, gli investitori credono sia possibile giungere ad un accordo sul nuovo piano di aiuti anticrisi prima della fine dell’anno. Inoltre, tutte le notizie che circolano sui vaccini e sulla loro “imminente” disponibilità danno coraggio anche se le persone che muoiono sono troppe: 3.157 morti e oltre 100.000 ricoverati, di cui quasi 20.000 in terapia intensiva (USA).

In Europa è forte la voce secondo cui Polonia e Ungheria non preoccupano con il loro veto sul Next Generation. Finalmente un po’ di grinta! Paolo Gentiloni, infatti, ha detto che “Noi certamente non ci faremo bloccare da questi veti. Di questo cittadini e mercati possono essere assolutamente certi”.

Una buona notizia per Napoli: si sblocca l’investimento di circa 90 milioni di euro per il centro storico. De Luca ha dichiarato: “La firma di oggi serve a superare gravi ritardi registrati negli ultimi anni. Nel contempo, si concretizza la realizzazione di un altro dei dieci progetti per Napoli che avevano presentato nelle settimane scorse.” Con queste risorse si lavorerà per la riqualificazione e rigenerazione urbana del centro storico della città. Vedremo.

Buona giornata e buon caffè!

Cosa ne pensi di questo articolo?

113 points
Upvote Downvote
Vincenzo Lettieri

Scritto da Vincenzo Lettieri

Biden, Powell e la liquidità amica della criminalità

“Sangue Innocente”: Il nuovo libro di Antonio Morra