in ,

La metà degli americani ha la stessa visione di Trump

A prescindere da come effettivamente finirà (al momento Biden sembrerebbe in vantaggio su Trump), possiamo dire che l’onda blu non c’è stata e che, quindi, i democratici hanno “perso le elezioni”.

Donald Trump è stato un fenomeno anomalo in questi quattro anni per l’America e per il mondo. Ha istituzionalizzato le fake news, riconsiderato negativamente la globalizzazione e portato l’economia ad avere risultati positivi perché, di fatto, è come se avesse dopato il sistema.

Quando fai questo, infatti, riesci ad ottenere risultati grandiosi nel breve termine ma nel medio e lungo periodo le cose possono essere davvero negative.

I democratici non sono stati in grado di raccontarlo, di farlo capire. Chi ha votato per Trump l’ha fatto perché in questi anni è cresciuto economicamente (al medio e lungo periodo ci penseremo, beato chi ci arriva!), perché ha la sua stessa visione delle cose in fondo e perché ha una grande capacità di cogliere la verità dalle dichiarazioni del suo leader (a cominciare dal covid).

Chi non ha votato Trump, rassegnandosi (se così si può dire) a Biden, l’ha fatto semplicemente perché “altri quattro anni di Trump proprio no!” e basta. Mi riferisco ai non dem.

In questo è possibile vedere il loro fallimento.

Europa.

Paolo Gentiloni, commissario europeo all’Economia ha riferito che “i numeri, in termini di nuovi casi e ricoveri, sono in molti casi peggiori rispetto alla prima ondata. La pressione sugli ospedali sta diventando acuta in molte parti d’Europa”. “Ci sono ragioni per ritenere che l’impatto sull’economia della seconda ondata di contagi potrebbe essere inferiore a quello di primavera, ma c’è incertezza su quella che sarà la durata della seconda ondata”. Sul MES: “nessuno stato membro lo ha chiesto finora ma noi incoraggiamo gli Stati a usarlo”.

In Italia, una volta ancora, l’Istat ha rilevato una contrazione della produttività del lavoro (valore aggiunto per ora lavorata) dello 0,4% e del capitale (rapporto tra valore aggiunto e input di capitale) dello 0,8%.

Flash:

  • Alibaba ha pagato con un calo del 7% alla borsa di Hong Kong la decisione annunciata martedì dalla borsa di Shanghai di sospendere l’ipo della controllata Ant.
  • A ottobre in Germania il settore terziario ha evidenziato segnali di rallentamento: l’indice Pmi per i servizi e’ sceso a 49,5 il mese scorso dal 50,6 di settembre. In Italia, invece, e’ sceso a 46,7 dal 48,8 di settembre.

Siamo divisi in zone rosse, arancioni e gialle. Come ne usciamo? Dipende solo da noi e da nessun dpcm.

Buona giornata e buon caffè!

Cosa ne pensi di questo articolo?

102 points
Upvote Downvote
Vincenzo Lettieri

Scritto da Vincenzo Lettieri

“Lontano dalla riva”: il nuovo libro di Giusy Orbinato

Tazzulella con Giuseppe Soda, Dean di SDA Bocconi